Membro di
Socia della
  • Con la Dichiarazione dei redditi puoi sostenere la Federazione nazionale Pro Natura.

    Per farlo, indica nell’apposito spazio della Dichiarazione il Codice Fiscale della nostra Federazione:
    0 3 8 9 0 8 0 0 3 7 2
    Sostienici: la nostra associazione vive solo dei contributi delle Federate cui, ora, puoi aggiungere il tuo.
    Grazie!

RAGGIUNTO 1.000.000 DI FIRME CONTRO IL GLIFOSATO!

La raccolta di firme continua fino al 30 giugno per chiedere alla Commissione Europea un’agricoltura senza pesticidi

L’iniziativa dei cittadini europei (ICE), la petizione ufficiale per chiedere alla Commissione Europa di vietare l’uso del diserbante glifosato, ha raggiunto ieri 1 milione di firme.I cittadini hanno firmato la petizione in tutti i 28 Stati membri ed il ...

Leggi tutto...

Le Aree Ecologiche dei campi europei sono salve, ma occorre accelerare l'iniziativa contro il glifosato

14 giugno 2017 - La Natura ha vinto contro i pesticidi grazie al voto di oggi al Parlamento Europeo, dove non si è raggiunto il quorum necessario per cancellare il divieto di uso di pesticidi nella EFA (le Ecological focus area, ossia le “aree di interesse ecologico”). Gli agricoltori che dunque coltivano una superficie ampia non potranno avvelenare le EFA se ...

Leggi tutto...

In arrivo autorizzazione a uso glifosato, i cittadini possono fermarla sottoscrivendo la Legge Europea di Iniziativa Popolare

Ancora almeno 10 anni di glifosato: è questo il rischio concreto cui i cittadini europei si trovano di fronte. E’ questo l’allarme lanciato dalla Coalizione #StopGlifosato, composta da 45 associazioni ambientaliste e di tutela della salute.

Firma anche tu!

Politica Agricola Europea: sostenibilità possibile solo attraverso una profonda riforma

Un dossier presentato oggi a Bruxelles al Commissario UE Phil Hogan evidenzia che la PAC è inefficiente, insostenibile e scarsamente accettata dagli agricoltori e dalla società

Comunicato stampa allegato (pdf)

"A cosa servono i Parchi", esiti del Convegno di studio su scopi e funzioni delle Aree Protette

Il convegno di Trento del 5 maggio 2017 “A cosa servono i Parchi”, inserito nell’ambito di Trento Film Festival con le celebrazioni in onore di Renzo Videsott, pioniere della conservazione della natura, ha visto una partecipazione appassionata, qualificata e purtroppo spesso indignata. Il convegno è stato organizzato dall'Unione Bolognese Naturalisti, Federazione Nazionale Pro Natura, C.I.P.R.A., Mountain Wilderness, Società per ...

Leggi tutto...

Il Governo rinunci alle Valutazioni Ambientali farsa

Al centro delle critiche l’Atto di Governo (AG) n. 401, di riforma della Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) che "crea un procedura farraginosa e poco trasparente, su elaborati approssimativi, duplicando le fasi autorizzative sui progetti di opere e impianti, favorendo i progettisti e non la corretta informazione e partecipazione dei cittadini”, come denunciato da un’ampia coalizione di venti tra le maggiori associazioni ambientaliste riconosciute, tra cui Pro Natura.

Comunicato stampa allegato

Inviate le osservazioni in merito alle modifiche alla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale

Pubblichiamo in allegato le osservazioni delle Associazioni Ambientaliste sull’Atto del Governo n. 401 "Schema di decreto legislativo recante attuazione della Direttiva 2014/52/UE che modifica la Direttiva 2011/92/UE concernente la Valutazione di Impatto Ambientale di determinati progetti pubblici e privati".

LA CONTRORIFORMA DELLE AREE PROTETTE: DDL 4144

La proposta di legge licenziata dall’ottava Commissione della Camera sulle aree protette segna un deciso passo indietro sia rispetto alla normativa attualmente in vigore, la 394/91, sia rispetto alle aspettative espresse in questi anni da quasi tutte le principali Associazioni ambientaliste in azioni pubbliche, convegni, comunicati e documenti.

Leggi tutto...

Assalto ai Parchi e alle Aree Protette

Politici, lobbysti e affaristi si spartiscono un patrimonio italiano unico al mondo

Roma, 27.03.2017 - La riforma della legge 394/91 (legge quadro sulle aree protette) passerà alla storia per la più grande e grave speculazione mai fatta sui parchi e le aree verdi italiani. L'ennesimo piatto da spartire per garantire poltrone e favoritismi politici a danno di un patrimonio unico al mondo che è patrimonio di tutti gli italiani.

Leggi tutto...