Membro di
Socia della
  •  

    Bandiera Verde 2014

    Federazione nazionale
    Pro Natura

  • Carta di Fano per la conservazione del lupo

    Il 5 aprile 2014 la Federazione nazionale Pro Natura ha organizzato un seminario tematico sulla conservazione del lupo in Italia, durante il quale ... (continua)

People4Soil - Contribuiamo insieme a salvare il suolo!

People4Soil

In Europa non esiste ancora una legge che tuteli il suolo.
La Federazione nazionale Pro Natura chiede di difenderlo dal cemento, dall’inquinamento e dagli interessi speculativi. Con noi, oltre 400 associazioni formano la coalizione “People4Soil” (https://www.people4soil.eu) che chiede all'Unione Europea norme specifiche per tutelare il suolo, bene essenziale alla vita come l'acqua e l'aria.

FIRMA LA PETIZIONE QUI: https://www.salvailsuolo.it/
Segnaliamo che è necessario apporre i dati di Carta d'Identità o Passaporto (non è possibile utilizzare i dati della patente) in quanto è una petizione ufficiale e non una semplice raccolta firme.

La compilazione dei dati richiede solo un paio di minuti.
Se condividete l'iniziativa, diffondetela nel modo più capillare possibile!

Per maggiori informazioni: https://issuu.com/people4soil/docs/dossier_web_it

Legge 394/91 sulle aree protette: il Senato approva il disegno di modifica

“Né il Senato, né il Governo hanno accolto le osservazioni e le proposte di 17 associazioni ambientaliste e di centinaia di esperti e uomini di cultura, che hanno criticato in modo fermo ed elaborato proposte migliorative. Risultato, una riforma sbagliata che chiediamo con forza venga modificata alla Camera”. 

Così le Associazioni subito dopo il voto con cui Palazzo Madama ha approvato, in prima lettura, il disegno di modifica della legge 394/91 ...

Leggi tutto...

AREE PROTETTE, TESORO ITALIANO

PER UN RILANCIO DELLE AREE PROTETTE ITALIANE

E UN’EFFICACE RIFORMA DELLA LEGGE 394

La vittoria di Arborea contro le trivelle

“La nostra ricchezza è sulla terra, non nel sottosuolo”, queste le conclusioni dei cittadini di Arborea.
Nel 2009 la Giunta Regionale della Sardegna, guidata da Ugo Cappellacci, concede alla Saras spa, (Saras Raffinerie Sarde spa, fondata nel 1962 dai Moratti e tuttora sotto il loro controllo) il permesso di effettuare la ricerca di idrocarburi nell'ambito del cosiddetto progetto Eleonora, nel territorio tra Oristano ed Arborea. La Sardegna è da anni presa ...

Leggi tutto...

Terremoto in Italia Centrale

Umbria e Marche 1997, L’Aquila 2009, Italia Centrale 2016, ci sono pochi dubbi, ci saranno altri terremoti in Italia perché la nostra è una terra bellissima ma a elevato rischio sismico. Alcune aree lo sono in misura maggiore, altre di meno, ma certo sono pochissime quelle prive di sismicità. Conosciamo dettagliatamente le aree sismiche e di esse anche le sollecitazioni che quei territori ...

Leggi tutto...

Stelvio, osservazioni al ddl n. 130 della Provincia di Trento

Le maggiori associazioni ambientaliste, riunite nell’Osservatorio sul Parco nazionale dello Stelvio, hanno tenuto lunedì 6 giugno 2016 una conferenza stampa a Trento per presentare le Osservazioni che sono state inviate a tutti i consiglieri provinciali in merito al Disegno di legge n. 130 della Provincia autonoma di Trento, il quale conferma ...

Leggi tutto...

Nasce l’Osservatorio sul Parco Nazionale dello Stelvio

Dieci tra le maggiori associazioni italiane di protezione ambientale (CAI, CTS, FAI, Federazione nazionale Pro Natura, Italia Nostra, Legambiente, LIPU,  Mountain Wilderness, Touring Club Italiano, WWF) hanno istituito l’Osservatorio sul Parco Nazionale dello Stelvio, che focalizza la sua attenzione sulla contestazione della illegittimità costituzionale di una parte rilevante del nuovo quadro normativo che ha definito la nuova governance del Parco  derivante dell’Intesa intercorsa tra Stato, Province autonome di Trento e Bolzano e Regione Lombardia e sottoscritta l’11 febbraio 2015. Comunicato allegato.

Presentazione della "Carta di fontecchio"

Roma, 5 aprile 2016

COME DARE UN FUTURO AI PARCHI E ALLE AREE PROTETTE IN ITALIA

#Stopglifosato: decisione rinviata a Bruxelles per le molte opposizioni

Alcuni Stati membri, tra cui l’Italia, si sono apertamente schierati per la difesa della salute e per la buona agricoltura. Intanto, mentre lo IARC ribadisce la pericolosità dell’erbicida, si allarga la coalizione #StopGlifosato: sono adesso 34 le Associazioni italiane che chiedono subito il bando del glifosato.

Roma, 9 marzo 2016 – Rinviata ieri la decisione sul destino del glifosato in Europa, secondo quanto riporta l’agenzia Ansa, l’opposizione di 4 Stati membri (Italia, Francia, ...

Leggi tutto...